Il diritto alla felicità

Abbiamo tutti diritto alla felicità? Nella Dichiarazione d’Indipendenza degli Stati Uniti si legge:  “Tutti gli uomini sono stati creati uguali, che essi sono dotati dal loro Creatore di alcuni Diritti inalienabili, che fra questi sono la Vita, la Libertà e la ricerca delle Felicità; allo scopo di garantire questi diritti, sono creati fra gli uomini i Governi, i quali derivano i loro giusti poteri dal consenso dei governati; ogni qual volta una qualsiasi forma di Governo, tende a negare tali fini, è Diritto del Popolo modificarlo o distruggerlo, e creare un nuovo governo, che ponga le sue fondamenta su tali principi e organizzi i suoi poteri nella forma che al popolo sembri più probabile possa apportare Sicurezza e Felicità”.

Soffermandomi sulle parole “la ricerca della felicità” mi sono chiesta se effettivamente sto cercando la mia personale felicità e se tutti abbiamo diritto a trovare il nostro angolo di paradiso. Io non parlo di un diritto semplicemente scritto sulla carta, bensì di una possibilità reale. Per fare in modo che ciò avvenga dovrebbero essere eliminati o almeno ridotti gli ostacoli di ordine economico e sociale, in poche parole servirebbe una società più equa e giusta. Da questa prospettiva la felicità è legata al denaro, alle possibilità economiche ed alle posizioni lavorative, nulla di spirituale insomma.

Cos’è la felicità? È la possibilità di spendere in quello che ci piace oppure ottenere il lavoro dei nostri sogni? Avere una famiglia o ritirarsi su un’isola deserta? Credo sia impossibile definire la felicità, può essere tutto ed il contrario di tutto, sempre se ci stacchiamo dalla vita preconfezionata che ci vogliono vendere. In questo contesto non mi interessano parametrici economici che indicano un nesso tra PIL pro capite e felicità, io parlo della libertà di essere noi stessi. A volte sono convinta che quello che sto rincorrendo non sia la mia personale ricetta della felicità ma quello che è ritenuto tale, si confondono i propri desideri con quelli degli altri. Aneliamo tutti alla felicità ma spesso pensiamo di non meritarla e mettiamo da parte la parte più autentica di noi stessi insieme a tutti i nostri sogni.

Published by

Leave a Reply

Your email address will not be published.