Flavio Insinna e la pubblica gogna

In questi giorni si sta consumando il dramma “Nana di merda” , ma prima di dire la mia facciamo un brevissimo riepilogo. Tutto parte da una servizio di Striscia la Notizia, detentrice di verità assoluta, in cui si mostra un Flavio Insinna lasciarsi andare ad epiteti poco rassicuranti nei confronti dei concorrenti dello show Affari tuoi.

Antonio Ricci vorrebbe far risvegliare le coscienze collettive con questo grandissimo scoop? Onestamente non ho mai amato il suo tg satirico, dove si grida allo scandalo per ogni cosa ma per lo share si fa questo ed altro. Non comprendo l’accanimento di Striscia la Notizia (se non per motivi legati agli ascolti), come non comprendo lo sgomento del pubblico. Leggo frasi del tipo ” sei una delusione, non sei come appari in tv” oppure ” rappresenti il decadimento della società italiana”, dite sul serio? Esiste veramente gente così ingenua da credere che quello che vede sul piccolo schermo corrisponda a verità? Credo sia ovvio che Flavio Insinna, Maria De Filippi, Barbara D’Urso, Fabio Fazio e compagnia bella non sono solo l’immagine costruita che vediamo in televisione.

Certamente Insinna ha sbagliato, ha scaricato la propria frustrazione in modo indegno, prendendosela con chi molto probabilmente non poteva nemmeno rispondere a tono. Questo basta per metterlo alla pubblica gogna? Io in alcuni momenti sono peggio di uno scaricatore di porto e se avessi la responsabilità di un programma di punta su una rete nazionale sarei anche peggio. Se poi parliamo di moralità, quanta ce n’è nello spiare qualcuno dal buco della serratura?

Il fatto che questa storia sia vissuta come un’ offesa nazionale è ridicolo, il politicamente corretto molto spesso mi procura una reazione allergica istantanea. Sono consapevole che la gentilezza andrebbe pratica ovunque e con tutti, ma siamo solo esseri umani e come tali abbiamo diritto a perdere le staffe di tanto in tanto.

 

 

Published by

Leave a Reply

Your email address will not be published.